Ragusa punito oltremisura al “Massimino”, azzurri in dieci dopo un quarto d’ora subiscono un Catania che non fa sconti

Catania 3

Ragusa 0

Marcatori: pt 19′ Lodi (rigore), 29′ Chiarella, 39′ Russotto

Catania: Groaz, Rapisarda, Somma, Castellini, Boccia, Palermo, Lodi (86′ Di Grazia), Rizzo, Chiarella (77′ Pedicone), Russotto (64′ Giovinco), Sarao (73′ De Luca). All. Ferraro.

Ragusa: Truppo, Falla (59′ G. Strumbo), Pertosa, D. Strumbo (53′ Messina), Vitelli (78′ Napoli),  Iseppon, Di Stefano (53′ Valenca), Cess, Cacciola, Grasso (53′ Manfrè), Varela.  All. Raciti.

Arbitro: Torreggiani di Civitavecchia

Note: 17′ pt espulso Cess

Catania – Continua la marcia incontrastata del Catania verso il ritorno in Lega Pro. Oggi pomeriggio, i rossoazzurri di Ferraro hanno battuto 3 – 0 il Ragusa di Filippo Raciti, che ha sicuramente qualcosa da recriminare sull’operato dell’arbitro che al 17′ del primo tempo ha assegnato un calcio di rigore espellendo inspiegabilmente Cess complicando più di quando non lo fosse il pomeriggio di Valença e compagni.

La gara comincia con un tema tattico che era prevedibile. Catania votato all’attacco e Ragusa che si difende e cerca di punzecchiare con delle ripartenze.

Al 17′ ecco che arriva l’episodio che cambia la partita. Chiarella va via sulla fascia di competenza e mette in mezzo, Truppo respinge alla meno peggio facendo accendere una mischia in area ragusana, sfera che arriva a Castellini che al momento del tiro è contrato con forza da Cess e finisce a terra. Il direttore di gara indica il dischetto e fra lo stupore generale caccia dal rettangolo di gioco Cess sventolandogli sotto il naso il cartellino rosso.

Dal dischetto Ciccio Lodi trasforma e porta in vantaggio i rossoazzurri di casa. Da questo momento in poi la partita con il Ragusa in dieci cambia radicalmente.

Il Ragusa, infatti, subisce un contraccolpo psicologico e il Catania è bravo ad approfittarne.

Poco prima della mezz’ora, infatti, arriva il raddoppio etneo con Chiarella che con un tiro chirurgico non lascia scampo a Truppo che raccoglie per la seconda volta la palla nel sacco.

Al 37′ il Catania mette al sicuro i tre punti con la terza rete di Russotto con la complicità di Truppo che in tuffo si fa sorprendere dalla sfera che gli passa sotto e finisce in rete.

Nella ripresa il Catania gestisce il gioco senza affondare, mentre il Ragusa cerca di non incassare la goleada. Le azioni da gol sono merce rara e al fischio finale gli azzurri escono a capo chino dal campo con l’amarezza di non essere riusciti a giocarsela ad armi pari con la capolista.

calcio, campionato serie D, catania, catania - ragusa 3 - 0, ragusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


PUBBLICITÀ

Collabora con noi

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione?



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarofalo@gmail.com