Produttori di latte in coma profondo nelle aziende di Ragusa

latteRagusa – I produttori di latte in provincia di Ragusa sono in ginocchio. A denunciarlo è la Cia, la Confederazione italiana agricoltura, che chiede un immediato sostegno da parte dell’assessorato regionale per aiutare gli allevatori. Secondo il presidente della Coldiretti, Enzo Gulino, si produce sotto costo. Il prezzo pagato alla fonte è di 44, 50 centesimi per ogni lito. Cinque in meno il reale costo per produrlo. “Con questo andazzo – afferma Gulino – si mette in ginocchio la zootecnia degli iblei. Nel Ragusano ci sono 80 mila bovini, 1400 aziende zootecniche, 30 mila ovini, 8500 caprini, 16 mila suini e 2500 equini ed oggi sono centinaia le aziende, che hanno dismesso l’attività agricola. Altre hanno portato le vacche al macello per recuperare la liquidità necessaria per pagare le bollette della luce o il gasolio agricolo”. Giovanni Schembari, presidente della Coop Ragusa Latte afferma: “Il futuro è molto nero . Non esiste un reddito certo e la maggior parte delle aziende produce in perdita. Un sistema che è in crisi oramai da troppi anni. La nostra preoccupazione è legata al futuro di tanti giovani che vivono all’interno delle aziende”.

Confederazione, Enzo Gulino, Giovanni Schembari, latte, produttori di latte, produzione, provincia di Ragusa, ragusa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


PUBBLICITÀ


Collabora con noi

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione?



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarofalo@gmail.com