Grande Opera di Maria: chiusa l’indagine sulla setta

Spread the love
1 minuti stimati per la lettura

La Guardia di Finanza ha consegnato al Procuratore della Repubblica di Modica, Domenico Platania, il fascicolo relativo all’indagine svolta sulla Grande Opera di Maria, ente morale che ha sede in Contrada Carcara-Lanzagallo ad Ispica.

Definita da molti una vera e propria setta,  l’ente raccoglieva soldi ed offerte dei fedeli estava realizzando una grande struttura.

E’ stata esaminata l’attività del gruppo, sorto nel 1986, che, però, non  è stato mai riconosciuto dalle autorità ecclesiastiche.Tutto sarebbe iniziato 22 anni fa quando sarebbe avvenuto l’incontro tra la “veggente” e la “leader”. Iniziò a spargersi la voce delle apparizioni della Madonna che dettava messaggi. Poi iniziarono anche le rivelazioni dei Santi. Di recente il gruppo di preghiera che si era costituito a Ispica è stato chiuso dal vescovo della diocesi di noto

GOM, Grande opera di Maria, Setta di Ispica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Newsletter

Resta sempre aggiornato. Iscriviti alla nostra newsletter. Basta un attimo.

codice

Collabora con noi:
dillo al giornale

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione. Scrivici.



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio