Scicli: c’è un problema di ordine pubblico? Operatori turistici ‘troppo rumore per nulla’

Confcommercio è invece preoccupata

A Scicli c’è chi preferirebbe nascondere i fatti di cronaca che accadono per non danneggiare il turismo. Questa affermazione sembra assurda ma è proprio quello che in sintesi emerge dal comunicato dell’associazione degli Operatori Turistici della Città. Non la pensa così Confcommercio.

L’associazione degli Operatori Turistici della Città se la prende con chi ha deciso di convocare il prossimo 10 luglio il Consiglio Comunale in adunanza aperta per parlare di “ordine pubblico” e “sicurezza pubblica urbana”. “Non sappiamo di quali seri dati di drammatica violenza siano in possesso coloro che hanno sentito il dovere incontrollabile di convocare un tale Consiglio Comunale- scrivono quelli di ForTour- ma se si fa riferimento ai recenti fatti trascorsi azioni individuali, di ciò che è stato chiamato “regolamento di conti” tra spacciatori rivali, elevare il rischio di sovversione dell’ordine pubblico a livello di Consiglio Comunale aperto ci pare una cosa eccessiva

In effetti una sparatoria in pieno giorno è una cosa eccessiva per convocare un consiglio comunale aperto. Magari se ci scappava il morto un pensierino si poteva fare ma così solo per qualche sparo, per un regolamento di conti tra spacciatori rivali sembra davvero esagerato. Soprattutto perché, come si legge nel comunicato. “è una cosa poco ragionata dal punto dell’effetto che può avere sia sulla nostra Comunità locale, allarmata per fatti di relativamente poco conto ma dal punto di vista del Turismo, il rischio è che mettere in giro nei media locali voci di violenze e rischio per la sicurezza personale nel nostro territorio, può creare allarmi nei turisti che hanno scelto Scicli o che vorrebbero sceglierlo”

In tal senso l’associazione ritiene inopportuno e persino eccessivo la proclamazione di un “allarme” per l’ordine pubblico che un consiglio comunale aperto potrebbe ingenerare. Ci chiediamo ma possono davvero essere definiti di poco conto una sparatoria e una rapina in pieno giorno? Secondo l’associazione che cosa dovrebbe accadere per richiedere la convocazione di un consiglio comunale aperto?

Per fortuna la pensa in maniera diversa il presidente sezionale Confcommercio Scicli, Daniele Russino, che invita le autorità competenti a potenziare ulteriormente la già meritoria azione di monitoraggio attuata “Riteniamo-dichiara Russino- che a questo punto tutto possa accadere ed è necessario che la questione possa essere affrontata il più possibile di petto”.

Anche il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti interviene in questo senso: “Gli operatori economici di Scicli così come di tutte le altre città della nostra provincia – commenta – devono essere messi nella condizione di potere operare senza problemi del genere. Il nostro ringraziamento alle forze dell’ordine è naturalmente infinito per l’impegno profuso. Ma se accadono fatti del genere significa che c’è ancora qualcos’altro che si può fare per evitare che i disagi di questo tipo si acuiscano. Ecco perché confidiamo sul fatto che possano arrivare risposte ancora più importanti per garantire l’incremento regolare dello sviluppo economico”.

Insomma, davanti a fatti così gravi come quelli accaduti a Scicli forse ci sono delle priorità e fra queste certamente c’è quella di garantire la sicurezza dei cittadini prima di tutto e anche dei turisti. Non è facendo finta di niente o ridimensionando la gravità degli episodi accaduti che si risolvono i problemi. Scicli è una città bellissima ma proprio per questo merita di essere tutelata, i turisti lo capiranno e lo apprezzeranno.

confcommercio, consiglio comunale aperto, daniele russino, Gianluca Manenti, operatori turistici città di scicli, ordine pubblico, rapina, scicli, sparatoria, turismo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


PUBBLICITÀ

Collabora con noi

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione?



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarofalo@gmail.com

Change privacy settings