Indignazione per i lavori al cimitero di Scicli: dopo la denuncia di Mirabella il sindaco rassicura

Un polverone di polemiche e discussioni hanno sollevato, nelle ultime ore, i lavori in corso al cimitero di Scicli. Tutto è partito da una denuncia, corredata da foto scattate sui luoghi interessati, fatta sui social dall’ex assessore Bruno Mirabella.

Una denuncia che in poche ore ha provocato l’indignazione dei cittadini, alla vista delle immagini che documentavano un sostanziale azzeramento di una porzione di cimitero antico e monumentale per far spazio al nuovo.

Mirabella parla di lavori in corso non controllati dagli organi preposti, tombe sotterrate dalla terra degli scavi, lapidi distaccate, una situazione che non poteva certo lasciare indifferenti in un cimitero che oltre alla sacralità ha anche un inestimabile valore storico, utilizzato come set cinematografico di più film (come quelli del commissario Montalbano), unico in provincia come livello di bellezza e conservazione.

Vedere ridotto così il Campo Santo storico della città non ha lasciato indifferenti i cittadini e quanti si recano al cimitero per salutare i propri cari defunti; Mirabella facendosene portavoce ha lanciato un appello al sindaco chiedendo di avere rispetto nei confronti dei vivi e dei morti di questa città.

E l’intervento del sindaco Marino non si è fatto attendere. Il primo cittadino, da parte sua, non intende lasciarsi trascinare in polemiche sterili ed evidenzia lo storico via libera al progetto di ampliamento della parte nuova del cimitero.

“Le foto oggetto della polemica che in queste ore è stata alimentata in Città fanno riferimento ad un progetto diverso da quello dell’ampliamento del cimitero. Infatti, la polemica riguarda dei lavori che sono parte di un progetto per la realizzazione di n. 288 loculi nel settore 18 del cimitero storico di Scicli (Determinazione LLPP. n. 166 del 16/05/2022).

Un progetto, che insiste su un’area originariamente da destinare a monumentini, che noi abbiamo ereditato e che risale alla precedente Amministrazione della quale faceva parte anche chi ora ha sollevato il problema dei lavori al cimitero” dichiara Marino riferendosi a Mirabella.

Ieri il sindaco insieme all’Ass.re ai Servizi Cimiteriali e Manutenzione, Enzo Giannone, ha avuto rassicurazioni dalla ditta che gli ha assicurato che i mezzi meccanici dell’impresa che sta svolgendo i lavori non hanno assolutamente transitato su aree in cui erano presenti delle tombe. Questi lavori consistono nella fondazione su pali dei nuovi loculi, ovvero di un tipo di interventi che richiedono mezzi meccanici, nello specifico una trivella molto ingombrante, ed un’area di lavoro certamente più agevole ed ampia rispetto a quella individuata nel progetto.

Proprio a causa di questi movimenti, al terreno bagnato e scivoloso per via delle forti piogge degli ultimi giorni ed alla pendenza del terreno, così come spiegato dagli operai presenti sul posto, un po’ di terra è scivolata su parte di una tomba in loco. La terra, secondo quanto dichiara il sindaco è stata già sistemata ed è stato ripristinato lo stato dei luoghi.

cimitero, lavori, marino, Mirabella, scicli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


PUBBLICITÀ

Collabora con noi

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione?



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarofalo@gmail.com