L’Aeroporto di Comiso ultimo in classifica fra gli scali siciliani. Ma non è una sorpresa

ParkVia.com azienda leader in Europa per la gestione dei parcheggi all’interno degli aeroporti, delle stazioni, dei porti e delle città ha condotto un’indagine per scoprire quali sono i migliori aeroporti italiani.

L’indagine ha preso in esame 33 aeroporti italiani e sono stati utilizzati 8 diversi fattori: WiFi, se c’è il WiFi gratuito fornito in aeroporto e quanto è limitato; Fast Track, se l’aeroporto fornisce un servizio fast-track (corsia preferenziale, ndr); Airport Lounge, se l’aeroporto offre una lounge; parcheggio coperto, se c’è un parcheggio coperto a pochi passi o navetta dall’aeroporto; punteggio delle recensioni di Google, cioè il punteggio che ogni aeroporto ha su Google Review; numero di voli; il numero di voli di linea negli ultimi 30 giorni da ciascun aeroporto; numero di destinazioni, il numero totale di destinazioni, sia locali che internazionali, da ciascun aeroporto; distanza in auto, la distanza in chilometri per raggiungere in auto il centro della città più vicina all’aeroporto. A ciascun fattore è stato attribuito un punteggio compreso tra 0 e 1. Gli aeroporti sono stati quindi classificati dal più alto al più basso, in base ai loro punteggi totali.I dati raccolti sono aggiornati al 4 gennaio 2023.

Gli aeroporti siciliani in questa classifica non si collocano male ma tra questi appare evidente che quello di Comiso è certamente messo peggio.

Infatti se al 12° posto troviamo l’aeroporto di Palermo, con 2530 voli, 75 destinazioni coperte e un punteggio pari a 5.499, e al 13° posto, l’aeroporto di Catania, con 3457 voli, 83 destinazioni coperte e un punteggio pari a 5.021, per arrivare a quello di Comiso dobbiamo scorrere fino al 17° posto, con 121 voli, 9 destinazioni coperte e un punteggio di 4.333, preceduto di un solo posto da quello di Trapani con 446 voli, 32 destinazioni coperte e un punteggio di 4.607.

Quindi se guardiamo alla classifica generale possiamo essere piuttosto soddisfatti ma se guardiamo in casa le cose non si mettono bene, anche se questo risultato non ci sorprende per niente.

Purtroppo, in questi anni, le scelte fatte dal Governo Regionale sono state tutte a favore degli altri aeroporti siciliani, in primis di Catania che rispetto a Comiso ha fatto l’asso pigliatutto fagocitando l’unico aeroporto Ibleo che ha accettato un accordo che, se nell’intenzione ne doveva garantire la sopravvivenza, nei fatti ne ha firmato la sua condanna.

Ma anche l’aeroporto di Trapani-Birgi ha certamente avuto un occhio di riguardo dal Governo Musumeci che ha deliberato nei suoi confronti due finanziamenti uno pari a 4.625.500,00 € per l’esercizio finanziario 2019 e l’altro pari a 4.725.500,00 € per l’esercizio finanziario 2020.

E così ancora una volta la provincia iblea paga l’assenza di una classe politica che abbia la forza di incidere sulle decisioni rispetto ai colleghi catanesi, trapanesi, palermitani, tutti, insomma, eccetto noi. E così si spiega l’ultimo posto in classifica tra gli aeroporti siciliani ma si spiegano anche tante altre cose…

aeroporti italiani, aeroporto di catania, Aeroporto di Comiso, Aeroporto di Trapani, comiso, governo regionale, parkvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


PUBBLICITÀ

Collabora con noi

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione?



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarofalo@gmail.com