OROSCOPO

Meteo Ragusa
03 Agosto 2021

OROSCOPO

Meteo Ragusa

Hotspot Pozzallo, una tragedia sfiorata che necessita interventi sovranazionali

Spread the love
2 minuti stimati per la lettura

Sarebbero stati quasi tutti rintracciati i circa trenta migranti fuggiti ieri pomeriggio dall’hotspot di Pozzallo mentre divampava l’incendio appiccato da alcuni ospiti a dei materassi.

Il padiglione centrale della struttura è impraticabile, ma alla fine è una vera fortuna che oggi non siamo qui a raccontare una tragedia e che i circa 100 ospiti della struttura siano tutti salvi così come gli uomini che lavorano per assisterli e vigilare.

“Quanto accaduto è l’ennesimo caso che testimonia il gravissimo pericolo rappresentato da una situazione esplosiva, come è la gestione dei migranti specialmente in questo periodo dell’anno, e più che mai con l’emergenza sanitaria in corso”. Lo afferma Valter Mazzetti, Segretario generale Fsp Polizia, che evidenzia come i colleghi impegnati su questi fronti siano ormai stremati da turni massacranti, condizioni di lavoro proibitive, rischi davvero troppo elevati”.

Quanto successo all’hotspot di Pozzallo ha scatenato migliaia di commenti politici e reazioni sui social alcune delle quali vanno comunque stigmatizzate e che preferiamo non riportare. L’accaduto è sicuramente fonte di preoccupazione per la cittadinanza, ma soprattutto, in caso si dovesse accertare che l’incendio sarebbe stato lo strumento per organizzare la fuga, potrebbe innescare pericolose tensioni sociali.

Per questo Emanuele Cavallo, Coordinatore provinciale Italexit per l’Italia Provincia di Ragusa, chiede alle istituzioni preposte alla gestione degli hotspot, dal Prefetto della Provincia di Ragusa al Sindaco di Pozzallo e a quelli dei Comuni limitrofi, di fare fronte comune nell’affrontare il problema della gestione e della sicurezza della struttura.

In questi giorni si sono registrate fughe di extracomunitari da diversi centri di accoglienza, in particolare in quelli dell’agrigentino, a dimostrazione che non si è in grado di gestire l’accoglienza garantendo un’adeguata sicurezza dei siti. Non si tratta più di razzismo, ma di gestione del fenomeno immigrazione che come è noto necessita di interventi sovranazionali che ad oggi i nostri governi non sono stati in grado di imporre.

E già ieri sera il sindaco di Pozzallo, Ammatuna aveva chiesto più attenzione verso una particolare categoria di immigrati, quelli tunisini, che scappano dai propri paesi non per fame ma per mettere in atto attività a delinquere. Roberto Ammatuna ha evidenziato come i disordini si creano solo quando in struttura arrivano ceppi di migranti di nazionalità tunisina e in tal senso è necessario studiare una soluzione.

Ascolta

immigrazione, migranti, ordine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Newsletter

Resta sempre aggiornato. Iscriviti alla nostra newsletter. Basta un attimo.


Collabora con noi:
dillo al giornale

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione. Scrivici.



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarifalo@gmail.com

Iscriviti alla newsletter del Domani Ibleo per non perderti le ultime news della provincia.