OROSCOPO

Meteo Ragusa
23 Giugno 2021

OROSCOPO

Meteo Ragusa

Emergenza lavoro in provincia di Ragusa, muoversi ora per evitare un disastro

Spread the love
2 minuti stimati per la lettura

Finito il tempo di ristori e rimborsi, forse è venuto il momento di occuparsi di lavoro.

Il grido d’allarme lanciato oggi dal CISL che parla di 500 posti di lavoro che si prevede potranno essere perduti in provincia di Ragusa dal 1 Luglio, unitamente ai 350 già persi dall’inizio della pandemia, dovrebbe costituire argomento principe di riflessione per l’intera classe politica.

Soprattutto se dovesse arrivare una parziale modifica a quel blocco dei licenziamenti che ha, di fatto, tamponato un’emorragia che sarebbe stata altrimenti insostenibile per molte famiglie. Posti di lavoro conservati per legge, ma sul cui equilibrio finanziario a carico delle aziende datrici esistono molti dubbi.

Siamo sicuri che il sistema economico provinciale sarà in condizioni di sopportare una eventualità del genere? Ma, soprattutto, il sistema sociale della provincia di Ragusa avrà forza e soluzioni alternative per assistere 1000 famiglie senza lavoro?

Dubbi, a nostro avviso, legittimi, che meriterebbero da subito un tavolo di crisi aperto alle istituzioni, ma anche alle forze sindacali ed alle organizzazioni datoriali, capace di immaginare ed attuare un nuovo grande “patto sociale” che aiuti la provincia a superare quella che si preannuncia, su questo fronte, una caldissima estate.

Lo scatto che si chiede a chi detiene le leve del comando riguarda la capacità di immaginare un futuro immediato sostenibile e soprattutto in grado di garantire lavoro non solo a chi lo ha perduto o rischia di perderlo a causa della pandemia, ma anche a quanti nel mercato del lavoro, in questi difficilissimi 18 mesi, non sono riusciti ad entrare; giovani in cerca di prima occupazione, donne alle prese con la chiusura forzata delle attività di mariti e compagni, interi nuclei familiari che hanno dissolto i risparmi di una vita e che si trovano a fronteggiare le esigenze vitali di un tempo, ma a fronte di redditi azzerati.

Attenzione a non sottovalutare la portata di quella che minaccia di essere la più imponente crisi sociale del nuovo secolo; programmare oggi potrebbe evitare conseguenze disastrose. Attendere invece passivamente lo sviluppo degli eventi, la cui sorte appare segnata, significherebbe non solo sprecare tempo prezioso, ma probabilmente anche lasciare sul campo decine di famiglie, anche in provincia di Ragusa.

Ascolta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Newsletter

Resta sempre aggiornato. Iscriviti alla nostra newsletter. Basta un attimo.


Collabora con noi:
dillo al giornale

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione. Scrivici.



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarifalo@gmail.com

Iscriviti alla newsletter del Domani Ibleo per non perderti le ultime news della provincia.