OROSCOPO

Meteo Ragusa
15 Maggio 2021

OROSCOPO

Meteo Ragusa

L’opposizione è un’arte nobile, a Modica si preferisce l’oblio, l’ignavia e la fine del dibattito

Spread the love
2 minuti stimati per la lettura

Riesco ad immaginarlo visivamente il terrore stampato sul volto del Sindaco di Modica quando avrà saputo dell’abbandono dell’aula in segno di protesta da parte dell’opposizione.

Immagino i suoi sogni notturni turbati da questa ferale notizia, e soprattutto immagino i suoi ordini perentori rivolti alla presidenza del Consiglio “Così non va, bisogna ripristinare immediatamente le condizioni minime di democrazia. Con questa opposizione non si scherza”.

Poi però mi sono accorto che si trattava solo di un brutto sogno, forse frutto della lettura serale di una notizia che raccontava la protesta degli ultimi pseudo oppositori rimasti a d Abbate ed alla sua maggioranza.

Oppositori che, assaliti da un fremito irrefrenabile, si sono per un attimo destati dal loro torpore, fosse anche per dare un semplice segnale di vita, dopo anni di silenzi, omissioni, connivenze, colpevoli assenze.

Farei un giochino semplice: chiederei ai modicani di elencare almeno 5 consiglieri di opposizione per nome e cognome. Sono certo che non supererebbero la prova neanche gli impiegati comunali; naturalmente se si passasse ai consiglieri di maggioranza, fantasmi che vagano in attesa degli ordini del sindaco, non si arriverebbe, probabilmente neanche a tre.

L’opposizione è un’arte nobile; per chi fa politica è forse la più nobile. Privi dei lacci e lacciuoli del governo si ha la possibilità di incontrare cittadini, arringare dai banchi del consiglio comunale, lanciare proposte suggestive, persino irrealizzabili, forti della irresponsabilità che deriva dal non tenere le leve del potere.

Ancora più con un sindaco come Abbate, concentrato solamente sui suoi obbiettivi, privo di qualsiasi base rispetto ai corretti rapporti istituzionali, e praticamente protagonista di un “one man show” che in caso di critiche severe e giuste (alle quali peraltro molti dei suoi atti si espongono) lo lascerebbe solo a tentare una disperata difesa.

Ed invece hanno preferito l’oblio, l’ignavia, l’accettazione passiva di un andazzo che ha determinato la fine di ogni dibattito politico in quella che era la città più viva ed effervescente della provincia. Modica è scivolata nell’anonimato anche nella contrapposizione politica; una nube grigia che ha avvolto tutto e tutti, e della quale i primi responsabili sono coloro i quali erano stati individuati dai cittadini controllori e censori di una realtà che già nella prima legislatura di Abbate si era appalesata.

Hanno preferito tacere, a volte scendere a compromessi, ritirarsi in una comoda “comfort zone” dalla quale sono stati travolti. Non solo in questa legislatura, ma anche nelle prossime, se decideranno di richiedere il consenso ai cittadini.

Dimenticavo: saranno in ottima compagnia, quella delle anonime e silenti sagome  che siedono a  Palazzo San Domenico nei banchi della maggioranza.

consiglio comunale, ignazio abbate, maggioranza, opposizione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Newsletter

Resta sempre aggiornato. Iscriviti alla nostra newsletter. Basta un attimo.


Collabora con noi:
dillo al giornale

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione. Scrivici.



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarifalo@gmail.com

error: Il contenuto è protetto da Copyright.

Iscriviti alla newsletter del Domani Ibleo per non perderti le ultime news della provincia.