OROSCOPO

Meteo Ragusa
19 Ottobre 2021

OROSCOPO

Meteo Ragusa

Modica, perchè le tariffe “strisce blu” sono più alte? La Tari colpisce anche la società che gestisce i parcheggi

Spread the love
3 minuti stimati per la lettura

Modica – In questi giorni in Città si grida all’aumento della TARI che, in verità, è diventato un salasso pesantissimo.

Come si apprende il costo ha superato la importante somma di 12 milioni di euro all’anno e in diversi casi, con un costo aggiornato all’ultimo adeguamento a più di 4 euro, la fattura è così esosa da mettere in difficoltà i bilanci familiari. Infatti la fattura, spesso, sfiora le 100 euro al mese. Con buona pace della differenziata che avrebbe dovuto, invece, portare dei vantaggi all’utente.

L’utente, che differenzia con impegno, diventa così un portatore di risorse economiche alle imprese che ricevono i rifiuti pronti per il riciclo.

Ma se questa è l’evidenza, i cittadini non sanno che hanno un costo aggiuntivo nascosto nelle piaghe del capitolato speciale d’appalto afferente la gestione delle strisce blu.

Si spiega così l’aumento delle tariffe orarie per la sosta a pagamento. E’, infatti, in questi ultimi anni che si è consolidata la giurisprudenza sull’obbligo in capo ai gestori privati dei parcheggi a pagamento, di versare il tributo sui rifiuti solidi urbani all’Ente Comune.

Ce lo spiega la Corte di Cassazione con la recentissima ordinanza n. 19739. La Suprema Corte, in tema di aree pubbliche destinate a parcheggio a pagamento, ha affermato, sulla scia di costante e conforme orientamento giurisprudenziale, che la Tari è dovuta da chiunque possieda o detenga, a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti. Tale presupposto prescinde dal titolo, di diritto o di fatto, in base al quale l’area è detenuta o occupata per cui il concessionario deve pagare la tassa per i parcheggi, in quanto i parcheggi sono aree frequentate da persone e, quindi, produttive di rifiuti in via presuntiva.

Il concessionario, sempre secondo la Suprema Corte, sebbene ha la detenzione delle aree nell’interesse del Comune per l’assolvimento dei compiti previsti dal contratto di appalto, deve versare la tassa al comune in ragione della strumentalità delle aree pubbliche destinate all’esercizio di un’attività imprenditoriale con finalità lucrativa idonea a alla produzione di rifiuti.

Ed infatti, all’art. 16 del capitolato speciale d’appalto, è prevista per il gestore l’esenzione per l’occupazione del suolo pubblico ma l’obbligo di pagare il tributo per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani.

Quindi in “ragione della strumentalità delle aree pubbliche destinate all’esercizio di un’attività imprenditoriale” come nel caso di affidamento del servizio a privati e quindi nel nostre caso, la Ditta deve fare i conti anche con questo obbligo fiscale e la maggiore spesa non poteva che ricadere sui cittadini con l’aumento della tariffa oraria da 0.75 centesimi per ogni ora della precedente gestione in house, a 0.80 centesimi per ogni ora con la gestione esterna.

Sarà interessante conoscere a quanto ammonterà l’importo del tributo che la Ditta verserà alle casse comunali sui 700 e passa stalli.

Il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, a suo tempo è stato presentato alla cittadinanza come un’innovazione, una rivoluzione che avrebbe portato grandi vantaggi e razionalizzazione dei costi, mentre oggi scopriamo che siamo la comunità con il tributo tra  i più cari d’Italia e come se non bastasse ci sobbarchiamo anche quello dovuto sugli spazi adibiti a sosta a pagamento.

Emanuele Cavallo

Comune di Modica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Newsletter

Resta sempre aggiornato. Iscriviti alla nostra newsletter. Basta un attimo.


Collabora con noi:
dillo al giornale

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione. Scrivici.



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarifalo@gmail.com

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Iscriviti alla newsletter del Domani Ibleo per non perderti le ultime news della provincia.