Regionali: la corsa di Orazio Ragusa all’Ars finisce qui! Una sconfitta personale? Flop di Prima l’Italia a Modica ed in provincia

Il risultato delle elezioni regionali, in provincia di Ragusa, porterà sicuramente a delle riflessioni importanti sia a livello regionale che nazionale. Sia per i vincitori ma soprattutto per i vinti.

Mentre infatti Giorgio Assenza, Nello Dipasquale e Stefania Campo deputati uscenti, pur con le difficoltà dettate da una campagna elettorale difficile, sono stati riconfermati, Orazio Ragusa non c’è riuscito. Una sconfitta personale? Forse, ma non solo.

Complessivamente a livello provinciale Orazio Ragusa ha totalizzato 3381 voti, precedendoAndrea La Rosa, 1293 voti e Salvo Mallia, 1.021 voti. mentre la lista ha raccolto 5850 voti. Quindi è stato il più votato nella sua lista e allora cos’è successo?

I fattori che hanno determinato la debacle, sono tanti a cominciare dalla sua città, Scicli, dove nonostante Prima L’Italia sia stato il partito più votato con 1882 voti che sono ovviamente andati tutti a Ragusa o quasi (1818) il deputato uscente ha dovuto fare i conti con un avversario che, forse, non aveva nemmeno messo in conto: Ignazio Bruno Mirabella, Cento Passi per la Sicilia che con 1580 voti è stato il secondo partito a Scicli.

Poi, bisogna analizzare un dato importante che arriva dalla città di Modica che, ricordiamo, è la roccaforte del segretario regionale della Lega Nino Minardo. A Modica, il partito ha totalizzato 963 voti.

Certo la valanga di voti riversata su Ignazio Abbate (Udc-Dc) ha ristretto di parecchio i margini di manovra e di consenso, confermando il trend nazionale della Lega di Salvini, anche in provincia di Ragusa. Ma è probabile, anche, che l’era di Orazio Ragusa era già destinata a finire, che forse c’erano state troppe richieste e alzate di testa (essere inserito nel listino, fare l’assessore…) e quindi, come nelle migliori tradizioni, è stato fatto fuori.

Intanto una cosa è certa: Orazio Ragusa paga, e a caro prezzo, la sua fedeltà a Prima l’Italia, ma non sarà l’unico a dover fare i conti con i numeri che non tornano, oppure forse alla fine tornano sempre, a secondo dei punti di vista.

Resta un dato certo, per Orazio Ragusa la corsa all’Ars finisce qui.

Andrea La Rosa, camera dei deputati, giorgio assenza, lega, Matteo Salvini, Nello Dipasquale, Nino Minardo, Orazio Ragusa, regione sicilia, Salvo Mallia, Stefania Campo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


PUBBLICITÀ


Collabora con noi

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione?



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarofalo@gmail.com