OROSCOPO

Meteo Ragusa
25 Settembre 2021

OROSCOPO

Meteo Ragusa

Nuovo progetto del Movimento delle Mamme: i quartieri di Modica diventeranno spazi creativi

Spread the love
3 minuti stimati per la lettura

Previsti orti di quartiere, cassette per libri, spazi con gli aromi tipici, ma anche manipolazione della creta e tanto altro

Nasce il nuovo progetto di Arianna Salemi, coordinatrice del Movimento delle Mamme di Modica, formato da persone che si prendono cura della città e valorizzano i rapporti umani messi a rischio dalla tecnologia e dalla frenesia quotidiana.

Il progetto sarà ulteriormente arricchito dai suggerimenti di chi vorrà partecipare e nasce dall’osservazione della città come un insieme composto da infinite linee.

La visione degli adulti può essere accostata a quella dei bambini, per i quali la città, si può risolvere in un gigantesco scarabocchio. Linee scomposte dell’infanzia che come ci hanno insegnato Montessori, Munari e Rodari, noi adulti abbiamo il compito di imparare a valorizzare.

Se osserviamo la città da qualsiasi punto, possiamo accorgerci che ogni linea, insieme ad altre linee crea spazi.

Ma i luoghi, delimitati da linee, sono secondo Arianna Salemi, prima di ogni cosa vuoti che accolgono piccole o grandi storie, ricordi e memorie di persone che con i loro tratti hanno lasciato fili di esistenza e resistenza.

Su queste linee, nel prossimo progetto dedicato alla città, il sogno-desiderio è quello di intrecciare il presente, cioè la linea del nostro oggi, con 139 mattonelle che rappresentano la Costituzione Italiana.

Essa costituisce il punto massimo che unisce ieri, oggi e domani.


Centotrentanove mattonelle, ciascuna che corrisponde a un articolo della Costituzione, attraverseranno i quartieri, le inferriate rigonfie e barocche, ma anche quelle semplici e anonime, quelle rincantucciate, quelle abbandonate, offese dalle intemperie, solitarie, fino a creare una strada parallela di colore che delinea il passaggio di una creazione di una città a misura umana, in cui c’è ancora tempo e necessità di rapporti umani.

Fili colorati di amicizia e cooperazione nella costruzione di una bellezza intima, perché parte del cuore della città, dai luoghi meno vistosi e appariscenti, ma che invece sono chiusi, stanchi, arresi.

La linea più grande partirà dalla scalinata di San Giovanni Evangelista a Modica Alta, con una fila sottile di coperte che verranno date in beneficenza a chi ne avrà bisogno secondo gli articoli 2 e 3 della Costituzione Italiana. Da questa traiettoria principale si dirameranno in maniera ideale file di 139 mattonelle.


A questo lavoro di uncinetto si uniranno altri lavori e creazioni.

Infatti, gli appassionati, gli esperti o dilettanti della fotografia potranno partecipare gratuitamente raccontando il prima e il dopo del progetto, il cambiamento nato dalla partecipazione attiva dei cittadini oppure la staticità dei luoghi con l’assenza di coinvolgimento partecipativo. Il progetto è aperto a narratori professionisti e dilettanti o in erba, anche attraverso le scuole, che potranno raccontare in forma scritta storie di persone che vivevano o vivono nel quartiere fino a creare insieme uno spazio narrativo collettivo e condiviso.

Inoltre, ciascuno potrà portare la lettura che riguarda la storia dei quartieri e della città insieme agli argomenti attinenti alla nascita della Costituzione Italiana.


È prevista la creazione collettiva di casette per i libri con cui adornare gli angoli cittadini, perché ognuno possa prendere e lasciare un libro.

Grande importanza è dedicata agli orti di quartiere, dove questo è possibile, oppure angoli o piccoli spazi in orizzontale e in verticale per spezie e aromi tipici del mediterraneo, insieme alla magnificenza del gelsomino.

Si prevedono pertanto manipolazioni della creta e riciclo creativo per i contenitori del “verde di quartiere” Certamente è privilegiato l’ ascolto dei più piccoli con l’installazione temporanea di scarabocchi di grandi e bambini su fogli, compensato e tutto ciò che la creatività suggerisce.

Il quartiere diventa quindi estensione del proprio spazio abitativo. Si trasformano in stanze della casa-città e ciascuno, insieme agli altri, se ne prende cura.

La Costituzione diventa voce, colore, profumo nei vicoli cittadini e sui volti di una cittadinanza attiva, semplice, creativa.

Arriva quindi nel settembre 2021, il nuovo progetto lanciato attraverso i social e che si muoverà con il passaparola .

Potranno partecipare non solo i singoli cittadini ma anche le scuole di ogni ordine e grado assieme alle piccole comunità.

La particolarità dei progetti del Movimento delle Mamme di Modica è data dal fatto che non ricevono finanziamenti economici, sono gratuiti per tutti e si fondano sul rapporto di gratuità e reciprocità educativa secondo gli insegnamenti del pedagogista brasiliano Paulo Freire.

Foto di copertina tratta dal web

Arianna Salemi, Costituzione Italiana, San Giovanni Evangelista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Newsletter

Resta sempre aggiornato. Iscriviti alla nostra newsletter. Basta un attimo.


Collabora con noi:
dillo al giornale

Vuoi pubblicare un annuncio o effettuare una segnalazione. Scrivici.



Il Domani Ibleo © 2021. Tutti i diritti riservati. Designed by Ideology Creative Studio 

La testata e la linea grafica della testata è stata realizzata da Ariel Garofalo. www.arielgarofalo.com Email: arielgarifalo@gmail.com

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Iscriviti alla newsletter del Domani Ibleo per non perderti le ultime news della provincia.